Sarà lutto cittadino domani a Foggia per la morte di Francesco Traiano, vittima di una feroce rapina

FOGGIA – “Francesco non è più tra noi. Ha pagato con la vita la scelta di non essere vittima della prepotenza e della sopraffazione. Siamo sicuri che le forze di polizia sapranno individuare gli assassini e assicurarli alla giustizia. L’intera comunità cittadina si stringe intorno alla famiglia Traiano in questo momento di rabbia e dolore. Domani sarà lutto cittadino. Ciao Francesco, che la terra ti sia lieve”. Queste le parole del sindaco di Foggia Franco Landella che annuncia che domani 10 ottobre sarà lutto cittadino in seguito alla morte di Francesco Traiano, il trentottenne che poche settimane fa era stato aggredito brutalmente nel corso di una rapina all’interno della sua attività in via Dorso. Dopo giorni di agonia Francesco, questa mattina, ha smesso di respirare. “Nonostante gli sforzi fatti, purtroppo è stato accertato il decesso di Francesco Traiano”, la breve e struggente nota del Policlinico Riuniti di Foggia dove il ragazzo era ricoverato in gravissime condizioni. Dolore e sgomento sono i sentimenti che pervadono l’animo di amici, parenti e clienti che in queste ore stanno ricordando Francesco con parole cariche di affetto dopo aver sperato per giorni che ce la potesse fare, ma c’è anche tanta rabbia ed esasperazione nella popolazione foggiana che quotidianamente è costretta a subire episodi di criminalità che mettono in pericolo l’incolumità di tutti, anche di chi si sveglia al mattino per andare semplicemente a lavorare.