Naso all’insù e occhi aperti per la notte delle stelle cadenti

Oggi 10 agosto è il giorno di San Lorenzo, ma questa sera per gli appassionati e i romantici è la “Notte delle stelle cadenti”. Anche quest’anno, seppur in numero minore rispetto al passato a causa delle restrizioni Covid, alcuni comuni e diverse associazioni hanno organizzato appuntamenti per ammirare il cielo stellato. In questo giorno speciale, infatti, le stelle “cadono” maggiormente perché è il momento in cui la Terra, durante il suo moto orbitale intorno al Sole, incontra uno sciame di meteoriti chiamato Perseidi. Si tratta di detriti lasciati da una cometa, la Swift-Tuttle, dunque le scie luminose non sono altro che il risultato dell’attrito che le meteoriti hanno con l’atmosfera. Questo fenomeno si associa a San Lorenzo perché questo martire, che la Chiesa ricorda il 10 agosto, morì condannato al rogo per cui le scintille del fuoco rimandano alle stelle cadenti o alle “lacrime del cielo”. Questo sciame meteorico non si limita alla data del 10 agosto, ma dura fino a giorno 13. Quindi naso all’insù e occhi bene aperti in queste sere d’estate per guardare la bellezza del cielo ed esprimere una pioggia di desideri!