Crea sito

Messa a Natale. Nei giorni ‘zona rossa’ consigliata l’autocertificazione per eventuali controlli

La Cei precisa che nella situazione designata dal Decreto-Legge del 18 dicembre non ci sono cambiamenti circa la visita ai luoghi di culto e le celebrazioni: entrambe sono permesse in condizioni di sicurezza e nella piena osservanza delle norme.

Durante i giorni di “zona rossa” (24, 25, 26, 27, 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5, 6 gennaio 2021) si consiglia ai fedeli di avere con sé un modello di autodichiarazione per velocizzare le eventuali “operazioni di controllo” perché la Circolare del Ministero dell’Interno del 7 novembre 2020 ha precisato che i luoghi di culto dove ci si può recare per una visita o per la partecipazione a una celebrazione “dovranno ragionevolmente essere individuati fra quelli più vicini”.

Durante i giorni di “zona arancione(28, 29, 30 dicembre 2020 e il 4 gennaio 2021), invece, i fedeli potranno raggiungere liberamente qualsiasi luogo sacro sito nel Comune di residenza, domicilio o abitazione. Se esso ha una popolazione non superiore a 5.000 abitanti è possibile recarsi in chiese situate in altri Comuni che non siano capoluoghi di provincia e distanti non oltre i 30 km.