La magia dei Trabucchi

Trabucco di San Lorenzo - Vieste

Sul meraviglioso Gargano il sole, il vento e il mare fanno da cornice ad un bene che ci racconta dell’antica civiltà locale e del suo legame con la pesca: il trabucco. Si tratta di una struttura in legno con lunghi bracci che protendono verso il mare e sostengono una grossa rete (detta trabocchetto) che cattura il pesce. Lungo la suggestiva costa tra Peschici e Vieste se ne ammirano diversi, molti di quelli preesistenti sono andati distrutti, quelli rimasti sono stati recuperati e resi attivi poiché ne è stato riconosciuto il valore storico culturale e la loro funzionalità, fondamentale per il popolo garganico che doveva sostentarsi, ma anche difendersi dalla furia del mare e da quella dei nemici. I trabucchi rientrano tra i beni di tutela del Parco Nazionale del Gargano e oggi i turisti, tra le varie bellezze, non possono che rimanerne incuriositi e affascinati, un presidio ligneo che sembra fare da guardia ai tratti di costa e nello stesso tempo sembra rappresentare un cardine imprescindibile tra terra e mare. I visitatori in giorni e orari prefissati possono assistere alla pesca tradizionale effettuata dai Mastri Trabuccolanti, portatori di interessanti storie e conoscitori di sapienti pratiche che parlano della capacità degli uomini del passato di mettere a frutto l’ingegno e fare del mare una risorsa benigna e generosa.