Il Presidente Mattarella a Foggia per l’inaugurazione del nuovo Anno Accademico

Il Presidente della Repubblica, on. Sergio Mattarella, ha inaugurato il nuovo Anno Accademico 2021/2022 dell’Università di Foggia. Il Capo dello Stato è stato accolto dal Rettore prof. Pierpaolo Limone ed ha parlato presso l’Aula Magna “Valeria Spada” dove sono intervenuti altri relatori dell’ateneo foggiano per parlare di povertà educativa e del valore dell’istruzione. Di grande effetto sono state le parole del presidente del consiglio degli studenti, Mirko Bruno, che rivolgendosi all’on.Mattarella ha dichiarato:“Impugnare una penna, un pennello o un violino al posto di una pistola non è retorica, è un atto di coraggio, il più poetico che ci sia. È un no convinto e imperituro”, poi ha rimarcato:“In un territorio come il nostro in cui la povertà economica è spesso causa e conseguenza di povertà educativa, in modo silenzioso e quasi invisibile, un minore viene lasciato solo e la criminalità ne approfitta“. Nel suo intervento il Presidente ha affermato:”Tutto il nostro Paese è in un momento di rilancio, di esigenza di ripresa, di nuova definizione del suo modo di essere. In questo ambito Foggia e il suo territorio si collocano in maniera perfettamente coerente. C’è bisogno di un rilancio, di garantire ai giovani una prospettiva di vita , di realizzazione personale, di uguaglianza, di libertà“.