Il Comune di Roseto V.re sollecita le istituzioni per la riapertura delle strade o si procederà per vie legali

Il sindaco di Roseto Valfortore Lucilla Parisi ha redatto un sollecito riguardante risposte relative alla situazione strade, la SP 130 chiusa da Maggio e la SP 129 chiusa al traffico da anni. Il blocco di queste strade sta procurando enormi disagi al settore trasporti e non solo, situazione che graverà ancora di più sui cittadini con la riapertura delle scuole. Pertanto il Comune di Roseto Valfortore ha deciso di sollecitare i vari organi istituzionali, Prefetto di Foggia, Presidente di Provincia, Dirigente settore viabilità, Responsabile del Procedimento, Assessore ai lavori pubblici della Regione Puglia, attraverso una lettera/ comunicato in cui si evidenziano vari punti qui riportati:

“- ad oggi questo ente non ha ricevuto aggiornamenti, sui tempi di riapertura del tratto di strada interessato ai lavori;
– il tratto di strada in questione è ancora chiuso nonostante le rassicurazioni di apertura prima della stagione estiva;
– oltre al disagio del tratto chiuso da mesi (ordinanza del dirigente n 5/2020 del 30.04.2020), la SP 130 tratto crocione confine campano risulta con cunette ostruite, ciglio stradale inesistente a causa di crescita di cespugli e rovi e tratti di strada di elevato pericolo per la pubblica incolumità a causa di numerosi avvallamenti, buche, frane e manto stradale inesistente;
– i disagi e i danni socio economici che la comunità sta subendo ormai da decenni sono enormi;
– che l’altra strada provinciale, la SP 129 Roseto-Biccari è anch’essa chiusa al traffico da anni”.

Il sindaco Lucilla Parisi chiede un ulteriore e urgente incontro congiunto perché si arrivi ad una soluzione in tempi strettissimi e prima della stagione autunnale.

“In caso contrario – rimarca il sindaco di Roseto –  saremo costretti ad adire alle vie legali considerato ormai il perdurare di una situazione di pericolo ed abbandono totale delle arterie di collegamento che stanno causando notevoli danni socio economici alla comunità”.