Black out Gs Troia. Parla il tecnico Bertozzi

Sembra non avere fine il blocco del Gs Troia che domenica 31 ottobre ha perso nuovamente, questa volta presso il campo ex Figc di Foggia dove ha incontrato la Nuova Daunia che si è imposta per 3 a 0. Gli avversari in gran forma e, dall’inizio della stagione, in testa alla classifica di Prima Categoria, hanno avuto la meglio su un Troia razionale, ma poco incisivo. Per chi assiste alle gare le lacune sembrano essere evidenti soprattutto in ambito offensivo, dove non si riesce ad essere pericolosi e dove manca il quid che trascinerebbe a livello morale tutto il gruppo, ma le responsabilità appaiono plurime. Mister Bertozzi dichiara: “Obiettivamente questa squadra non rispecchia ciò che vorrei, chi mi conosce sa che non amo perdere e soprattutto non amo che non si lotti in campo con le unghie e con i denti. Ma purtroppo ci sono le stagioni che cominciano con il piede sbagliato e questa sembra essere una di quelle. Nonostante ciò ho fiducia nei ragazzi e vorrei che superassero questo blocco che sembra aver oppresso anche le loro capacità personali. Da oggi ricominceremo a lavorare sodo perché se è vero che meritiamo questa posizione di classifica, è anche vero che solo la forza di volontà può cambiare le cose. Ci servono motivazioni e le possiamo trovare solo dentro di noi condividendo all’interno del gruppo limiti e obiettivi, ma sempre con coraggio e chiarezza“.

In classifica il Troia è fermo a 6 punti, mentre le prime tre posizioni sono occupate da Virtus Palese, Nuova Daunia e Audace Cagnano, proprio quest’ultimo sarà il prossimo avversario dei gialloverdi in quel di Troia domenica 7 novembre alle ore 11, altra sfida che si prospetta molto impegnativa.