Crea sito

35° anniversario della canonizzazione di S.F.A. Fasani. Il miracolo che aprì la strada della santità

Il 13 aprile 2021 si celebra il 35° anniversario della canonizzazione di San Francesco Antonio Fasani, il santo di Lucera, nato nel 1681 e morto nel 1742, che si distinse per le sue virtù durante la vita terrena e per i suoi numerosi prodigi dopo la salita al Cielo.

Tanti furono i miracoli compiuti dal frate lucerino nel corso del tempo, ma era il 21 marzo 1985 quando Papa Giovanni Paolo II riconobbe il miracolo che aprì la strada alla canonizzazione del Beato Francesco Antonio Fasani. Si trattò della guarigione di una donna di San Severo affetta da una grave malattia, che aveva in casa un quadro del Fasani di cui era molto devota. Nei giorni più critici della sua infermità, l’ammalata si dedicò più intensamente alla preghiera. In una notte dei primi di febbraio del 1961, apparve ai piedi del letto il Padre Maestro a cui ella tese la mano in atto di supplica. Si addormentò e al risveglio non sentì alcun dolore. La donna era guarita.  

Il Padre Maestro fu canonizzato il 13 aprile 1986 all’interno della Basilica di San Pietro, a causa della pioggia e, in quell’ occasione, Papa Wojtyla dichiarò: «Predicatore instancabile, san Fasani non attenuò mai le esigenze del Messaggio evangelico nel desiderio di compiacere agli uomini». L’anno seguente il Papa, in pellegrinaggio in Puglia, si fermò a Lucera per pregare davanti alle spoglie del Santo.